• Strada Provinciale 46 | C.da Graffetta | 97014 Ispica | Ragusa
Isolotto Brancati

Marzamemi

  • By massimo alecci
  • 22 aprile 2016
  • No Comments

Marzamemi è un piccolo borgo marinaro, sulla costa della Sicilia sud orientale, in provincia di Siracusa. Il nome secondo alcuni, deriva dalle parole “marza” e “memi” che significa  “piccolo porto”, secondo altri invece, deriva dall’ arabo “marsà al hamam”, cioè Baia delle Tortore, per l’abbondante passaggio in primavera dei volatili che migravano verso i luoghi più caldi. Marzamemi oggi è la frazione di due comuni diversi, Pachino e Noto, appartenenti entrambi alla provincia di Siracusa.

Le origini di Marzamemi risalgono al periodo arabo e l’economia locale è sempre stata basata sulla lavorazione del tonno, difatti nel 1912, fu costruito anche uno stabilimento per la lavorazione del tonno salato e sott’ olio, poi in seguito abbandonato. La storia di questo antico borgo di pescatori, si sviluppa intorno ad una tonnara, una delle più importanti della Sicilia, entrata in possesso del Principe di Villadorata nel 1630, il quale contribuì allo sviluppo economico della cittadina, segnando il cammino di questo splendido borgo marinaro. Nel 1752, fece costruire il palazzo del Principe di Villa Dorata e la Chiesa della Tonnara. IL Principe, dalla terrazza del suo palazzo, controllava i suoi operai, e dunque il palazzo di Villadorata rappresentava il luogo centrale di ritrovo, e per questo motivo decise di far costruire la Piazza Regina Margherita, che diventò luogo di ritrovo dei pescatori. La piazza nota anche come piazza delle due chiese, per la presenza di due luoghi di culto, una in stile liberty aperta al pubblico, l’altra in stile barocco oramai in disuso, dedicati a San Francesco di Paolo, protettore dei pescatori e Santo Patrono di Marzamemi, che viene festeggiato ogni anno ad agosto, con una processione di barche, una regata e altre manifestazioni marinare.

La Piazza Regina Margherita è il cuore di Marzamemi, di forma quadrangolare, circondata dalle antiche casuzze dei pescatori, le quali hanno in comune un raro esempio di “cortile arabo”, e da qui le viuzze portano sempre al mare, da ogni lato. Oggi questa piazza, è diventata luogo simbolo delle manifestazioni estive,  tra cui, dal 2000,il Festival Internazionale del Cinema di Frontiere, con proiezioni di film, cortometraggi e opere provenienti da tutto il mondo. Infatti, già nel 1993, Gabriele Salvatores, era stato colpito dallo scenario di Marzamemi, e vi girò alcune scene del film Sud.

Le casette dei pescatori oggi sono state trasformate in caratteristici negozietti di artigianato locale e rinomate trattorie di pesce, dove è possibile gustare la gastronomia del luogo, in cui predominano i sapori del pomodoro Ciliegino di Pachino, il Nero d’Avola, e il famoso Tonno di Marzamemi, i quali ne esaltano intensamente il gusto e i profumi. Sulla costa di Marzamemi si trovano due piccoli porti, la Fossa e la Balata, in passato importanti anche per il commercio del vino, da qui le navi cariche di merce partivano dirette verso tutti i porti della Penisola.

Questa località della punta estrema della Sicilia, è un vero angolo di paradiso, con un paesaggio caratterizzato da spiagge incontaminate, con acqua limpida e azzurra. Un panorama circondato da un mare affascinante per i suoi colori, la flora e la fauna marina, ma anche per i pezzi di storia che si nascondono nei fondali, ricchi di testimonianze di epoche lontane. Suggeriamo le escursioni alle Colonne Romane sull’ imbarcazione a visione subacquea che permette di esplorare i fondali comodamente seduti.

Lo specchio d’acqua del porticciolo da dove sorgono l’ isolotto Brancati, la Tonnara e la Balata fanno di Marzamemi uno spettacolo eccezionale che insieme alla storia, alla cultura e le antiche tradizioni rendono una piccola vacanza un susseguirsi di emozioni uniche e straordinarie.

Pozzallo Montalbano

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiama Ora

+39 339 6538530