Il Gheppio | Bed & Breakfast Ispica | Dormire ad Ispica

Camere

Le camere del nostro B&B ad Ispica

5/5
Luminose, Spaziose è Confortevoli si collocano nella struttura centrale del GHEPPIO. Al piano terra sono circondate da una bellissima veranda finestra sul Mar Mediterraneo. Al piano superiore oltre a godere di un ottimo panorama , sono adibite di Balcone Privato. Per chi ama la tranquillità stare in compagnia, trascorrere serate immerse nel profumo della campagna, IL Gheppio offre delle dependance arredate e studiate in tutti i suoi confort

Camera Lilla

€ 70 / notte

Camera Lilla

€ 70 / notte
Vedi Camera

Camera Edera

€ 70 / notte

Camera Edera

€ 70 / notte
Vedi Camera

Camera Sole

€ 70 / notte

Camera Sole

€ 70 / notte
Vedi Camera

Camera Cielo

€ 70 / notte

Camera Cielo

€ 70 / notte
Vedi Camera

Depandance Arancio

€ 90 / notte

Depandance Arancio

€ 90 / notte
Vedi Camera

Depandance Limone

€ 70 / notte

Depandance Limone

€ 70 / notte
Vedi Camera

Depandance Gelsomino

€ 70 / notte

Depandance Gelsomino

€ 70 / notte
Vedi Camera
Ispica
La Chiesa di S. Maria Maggiore fu costruita subito dopo il terribile terremoto del 1693, che sconvolse la Sicilia orientale; e si sentì il bisogno di un luogo dove ospitare il simulacro del Santissimo Cristo alla Colonna, miracolosamente scampato alla distruzione della vecchia chiesetta presente nella Cava Ispica. Nel 1749, l’ architetto netino Vincenzo Sinatra, portò a termine il Loggiato,di forma semiellittica, su modello del colonnato del Bernini a San Pietro. Il Loggiato presenta 23 aperture, intervallate da Iesene, le quali formano un diaframma tra il prospetto e l’ orizzonte. Dallo stile rococò, il Loggiato offre una preziosa testimonianza rispetto a strutture similari che erano realizzate sovente in legno, per le fiere in occasione delle feste religiose. Si registra la presenza scenica del Loggiato nell’ episodio “La luna di carta” della serie “Il Commissario Montalbano”.
Pozzallo | Torre Cabrera
Interessante è la Torre fatta erigere dal conte Bernardo Cabrera a protezione delle incursioni dei pirati. Da notare il Palazzo Comunale e la Chiesa Madre. Alle spalle della torre si trova Palazzo Musso, del 1926, con elementi in stile liberty. Merita una sosta, infine, Villa Tedeschi di fine ‘800. Intorno al paese sopravvivono alle bonifiche degli stagni salati (i Pantani Gariffi, Longarini e Cuba) ultima tappa degli uccelli migratori verso l’Africa, e paradiso per gli appassionati di bird watching. La torre ed il caricatore negli anni acquistarono sempre più fama, sia per la buona difesa che per l’ottimo commercio, fino al terremoto del 1693, quando la torre fu distrutta, ma subito ricostruita, perché proprio in quel periodo, erano aumentate le scorrerie barbaresche. Questa volta alla torre fu aggiunta una grande piattaforma merlata, per tre lati lambita dal mare, e assunse l’aspetto che ha tutt’oggi.
Modica | Città del Cioccolato
Modica è tra le più pittoresche città della provincia e di tutta la Sicilia. E’ situata nell’area meridionale dei Monti Iblei ed è divisa in due originali aree: Modica Alta, le cui costruzioni quasi scalano le rocce della montagna, e Modica Bassa, giù nella valle, dove un tempo scorrevano i due fiumi Ianni Mauro e Pozzo dei Pruni, poi ricoperti a causa delle numerosi alluvioni, e dove è ora situato il Corso Umberto, principali strada e sito storico della città. L’aspetto è prevalentemente tardo barocco, quasi interamente risalente al dopo-terremoto (1693).
Scicli
Scicli è una elegante cittadina situata in un’ ampia vallata fra delle colline rocciose, alla confluenza di tre valloni: quello di S. Bartolomeo, quello di S. Maria La Nova e la fiumara di Modica. La veste settecentesca che caratterizza la città, è conseguenza dell’ infausto terremoto del 1693 che sconvolse gran parte della Sicilia. I principi barocchi applicati nella ricostruzione e fondati sulla ricerca di spazi e di effetti illusionistici ottenuti con la sapiente disposizione degli edifici, delle chiese e della pianta urbana, hanno creato quel piccolo gioiello barocco che è Scicli oggi.
Ragusa
La provincia di Ragusa, la meno estesa e la più giovane delle provincie siciliane (1926), occupa la parte sud-orientale dell’Isola e si estende su un territorio di 1600 chilometri quadrati per una popolazione di circa 300.000 abitanti.
Noto
Visitare Noto è senza dubbio una delle priorità per chi si reca in viaggio nella provincia siracusana. Definita il giardino di pietra dorata, Noto colpisce ogni visitatore per la sua atmosfera incantevole ed aristocratica dai toni caldi dati dalla pietra color miele. Un tempo città di nobili e di prelati, la Noto di oggi si appresta a divenire un centro d’arte e di cultura, dove le antiche magnificenze si sono trasformate in un comune patrimonio dell’Umanità.
Siracusa
La città di Siracusa, fondata nel 734 a.C., nel V sec. a.C. divenne la capitale della Magna Grecia rivaleggiando con Atene prima e Roma dopo. Declamata da Cicerone come la più grande e la più bella di tutte le città greche, ha rappresentato il centro di un fermento culturale ricco anche di tradizioni, enogastronomia e folkore. Qui sono vissuti molti personaggi illustri: primo fra tutti il grande genio Archimede, ma anche lo scrittore Elio Vittorini, l’archeologo Paolo Orsi, il poeta August von Platen, e molti altri.
Caltagirone
Caltagirone sorge a 611 metri su una cima dei Monti Erei che dal centro della Sicilia si sviluppano verso sud-est, saldandosi proprio qui con gli Iblei. La sua origine antichissima è testimoniata da reperti e documenti numismatici ed artistici che la rivelano come una delle numerose città sicane o sicule o greco-sicule. Anche nel territorio si sono rinvenute monete greche e sicule, oltre al ricco materiale ceramico e metallico che si trova presso il Museo Archeologico di Siracusa, i Musei Civici e il Museo della Ceramica di Caltagirone.
Previous
Next

Dicono di noi

  • star rating  Abbiamo soggiornato in 4, per una settimana, in questo Agosto 2021. La mia recensione è frutto di un giudizio condiviso da tutto il mio gruppo. La posizione, defilata dal... Leggi tutto...

    Romontalbano
    Agosto 25, 2021
  • star rating  Siamo ritornati al Gheppio dopo tre anni e la qualità e il servizio sono stati sempre all'altezza di come ce li ricordavamo grazie all'ospitalità e alla simpatia di Massimo e... Leggi tutto...

    alessandrocJ3565FS
    Agosto 17, 2021
  • star rating  Siamo stati due notti al Gheppio e Massimo e Simona sono stati eccellenti proprietari, molto accoglienti. Hanno fatto del loro meglio per farci fare un'ottima esperienza al loro B&B.... Leggi tutto...

    lucianagS4449YP
    Settembre 12, 2021
  • star rating  In questa struttura abbiamo trovato tutto ciò di cui avevamo bisogno. Accoglienza, ospitalità pulizia, posizione strategica per visitare le località vicine. Ringrazio Massimo e Simona sempre attenti e disponibili ad... Leggi tutto...

    Coci1970
    Agosto 22, 2022
  • star rating  Abbiamo scelto questo B&B all’ultimo minuto dopo aver trascorso una disavventura in un’altra struttura e siamo stati accolti gentilmente da Massimo, il proprietario.
    Dopo una settimana di soggiorno devo dire... Leggi tutto...

    elisaaa28
    Agosto 21, 2022
  • star rating  Abbiamo alloggiato al Gheppio per le nostre vacanze, siamo una famiglia di Firenze con 2 ragazzi.
    Il b&b di trova a pochi km da Ispica, su una collinetta e dista... Leggi tutto...

    pericle1963
    Agosto 30, 2022
  • star rating  Sono stato ospite della struttura, insieme alla mia famiglia, dal 8 al 15 agosto 2021.
    Accoglienza e Qualità sono i tratti distintivi di Massimo e della sua compagna.
    Parlerò di... Leggi tutto...

    giorgiob970
    Agosto 19, 2021
  • star rating  Siamo stati in questa struttura 12 giorni, abbiamo soggiornato nel mini appartamento ben arredato,pulito e climatizzato.
    I proprietari Massimo e Simona preparano delle colazioni superlative con materie prime a km... Leggi tutto...

    monicab532
    Agosto 2, 2021